Le regole speciali degli scacchi - Mattocalcolato

ASD SCACCHISTICA PORDENONESE
MattoCalcolato
Vai ai contenuti

Le regole speciali degli scacchi

Regole speciali
Promozione

I pedoni hanno un’altra abilità speciale: se un pedone raggiunge il ato opposto della scacchiera, esso può trasformarsi in qualsiasi altro pezzo (la cosiddetta "promozione"). Un pedone può essere promosso a qualsiasi altro pezzo. NOTA: Un diffuso luogo comune ha indotto qualcuno a credere che il pedone promosso potesse essere scambiato solamente con uno dei pezzi catturati nel corso cella partita. Si tratta però di una credenza DEl TUTTO INFONDATA. Il pedone viene in genere promosso a Donna. Solo i pedoni possono essere promossi.












En Passant

L’ultima regola sui pedoni è detta "en passant', espressione francese che significa: "nel passaggio”. Se un pedone alla sua prima mossa muove di due case  e così facendo si ferma accanto ad un pedone avversario (scansando la casa su cui quest'ultimo avrebbe potuto catturarlo) l’altro pedone ha la possibilità di catturare comunque il primo pedone, mentre (per così dire) quest’ultimo gli passa accanto. Occorre notare che questa cattura speciale deve essere effettuata nel turno immediatamente successivo al ’passaggio'; perchè dopo non sarà più possible effettuarla.












Arrocco

Un’altra regola speciale è chiamata arrocco. Questa mossa “composta” consente di realizzare due obiettivi importanti in un unico tratto: portare il re a sicuro e far uscire la torre dall'angolo in cui si trova all'inizio della partita, per metterla in gioco. In base a questa regola, un giocatore può muovere il proprio re di due caselle di lato e spostare contemporaneamente anche la torre verso cui il re si e mosso, per posizionarla accanto al Re ma sul lato opposto. Ad ogni modo perché si possa arroccare devono essere rispettate le seguenti condizioni:
• deve essere la prima mossa di quel re
• deve essere la prima mossa di quella torre
• non ci deve essere alcun pezzo tra il Re e la Torre
• il re non può essere sotto scacco, né può attraversare una casa in cui si troverebbe sotto scacco.
Nota che quando si esegue I’arrocco, nel caso in cui il re va a finire più vicino all’angolo della scacchiera, si ha l’arrocco corto, mentre se realizzato sull altro lato, attraversando la casa precedentemente occupata dalla donna, si ha l’arrocco lungo.  In entrambi i casi il re si muove sempre di due case.



Torna ai contenuti